Tubi in acciaio EN 10208 per condotte gas

Tubi in acciaio EN 10208 per condotte gas Tubi in acciaio EN 10208 per condotte gas

Tubi in acciaio EN 10208 per condotte gas

I processi di fabbricazione dei tubi saldati e senza saldatura di acciaio non legato ,normalmente utilizzati per il trasporto di fluidi combustibili entro le pressioni di esercizio massime ammissibili indicate nelle corrispondenti regole di progettazione, sono regolati dalla normativa Europea EN 10208-1 (tubi di prescrizione della classe A) che sostituisce la UNI 8488/84 e la EN 10208-2 (Tubi della classe di prescrizione B); la norma EN 10208 è una norma Europea, approvata dal Comitato Europeo di Normativa (CEN) il 26 settembre 1997, ratificata in Italia
dall'UNSIDER nel Giugno del 1999.

SINTESI DEI PRINCIPI GENERALI DELLA NORMA EN 10208
  • DESIGNAZIONE DELLA CLASSE (A) : Viene riconosciuto dal CEN un “livello qualitativo di base” (simile in larga misura a quello specificato nella parte principale della ANSI/API 5L). Detto livello qualitativo viene designato quale Classe di prescrizione (A) e si identifica nella norma UNI EN 10208-1.
  • SCELTA DELLA CLASSE: La scelta della classe dipende da vari fattori che riguardano le caratteristiche del fluido, dalle condizioni di esercizio e dalle regole di progettazione.
LA NORMA UNI EN 10208 - 1
Questa norma si applica ai tubi che sono normalmente utilizzati per il trasporto di fluidi combustibili (ad esempio gas metano) entro le pressioni di esercizio massime ammissibili indicate nelle corrispondenti regole di progettazione (D.M.20/11/84 e successiva modifica del 16 Novembre 1999).
I tubi conformi alla norma UNI EN 10208-1 sono anche utilizzati per le tubazioni di trasporto dell'acqua nelle industrie petrolifere e del gas.
 
TUBI IN ACCIAIO SALDATI  - UNI EN 10208 - 1
   
Processo di fabbricazione : Saldatura longitudinale (ERW) -  SAW da coils a caldo
Norma di fabbricazione : UNI EN 10208-1
Tipo di acciaio : L 210 GA - L 235GA - L 245GA - L 290GA - L 360GA
Finitura delle estremità : Lisce / smussate per saldatura di testa
Gamma di fabbricazione : Da DN 20 a DN 300 in esecuzione longitudinale
Spessori di fabbricazione:  Standard come da TAB.3CM (altri spessori su richiesta)
   
Rivestimenti esterni : : Bituminosi secondo UNI 5256
  Polietilene applicato per estrusione secondo UNI 9099 /DIN 30670
  Polietilene applicato per fusione secondo UNI 10191
  Nastri in polietilene applicati a freddo in conformità alla norma



CARATTERISTICHE MECCANICHE DEGLI ACCIAI UTILIZZATI



GAMMA DIMENSIONALE (Tubi grezzi- massa lineica - spessore)



´╗┐PROVA IDRAULICA (Hydrostatic test)  
La norma UNI EN 10208-1 al punto 8.2.3.6 prevede l'esecuzione della prova idraulica da effettuare in stabilimento ad una pressione calcolata secondo la formula sotto riportata:
 
P= 20 x SxT/ De  
Nella quale valgono le seguenti definizioni:  
 
P= Pressione di prova idraulica (bar)
S= Sollecitazione in N/mm2, pari ad una determinata percentuale del carico unitario di snervamento minimo prescritto per il tipo di acciaio (vedere TAB.5CM)
T= Spessore nominale del tubo (mm)
De= Diametro esterno del tubo (mm)  
 

Rivestimenti interni : - Grezzi lisci
                                        - Resine epossidiche per gas (antifrizione) spessore 50m

Lunghezze di fabbricazione: Normalmente in verghe da 12 Metri salvo diversa prescrizione all'ordine

Controllo delle saldature: Per i tubi saldati senza materiale d'apporto (Erw –HFI) sono previsti controlli
                                                (appendice D –UNI EN 10208-1) non distruttivi (CND) e/o prova idraulica.

                                                Per i tubi saldati ad arco sommerso (SAW) sono previsti controlli
                                                ad ultrasuoni sull'intera lunghezza della saldatura e prova idraulica

Marcature: - Per diametri esterni De < 48,3 mm la marcatura può essere riportata su di una
                        etichetta fissata al fascio (cartellino di identificazione) oppure sulle fascette di
                        serraggio utilizzate per legare insieme il fascio.

                      - La marcatura mediante punzonatura (su tubo grezzo) può essere utilizzata a
                        seguito di accordo specifico con la Committente, all'atto dell'ordine, ed
                        effettuata entro 150 mm a partire dalla estremità del tubo ed almeno 25 mm
                        dalla saldatura.

                      - Qualora venga applicato un rivestimento protettivo esterno al tubo, la
                         marcatura sarà riportata su tale rivestimento con l'indicazione del nome del
                         fabbricante, la norma di produzione del tubo e del rivestimento e il numero di
                         identificazione del lotto di produzione che garantisce la rintracciabilità dal tubo.






- La pressione di prova idraulica deve essere mantenuta per non meno di 5 secondi per tubi aventi
  diametro esterno minore o uguale a 457 mm e 10 secondi per i tubi aventi diametro esterno maggiore o
  uguale a 457 mm.

- Per i tubi aventi diametro esterno minore di 500 mm può essere concordata, in luogo della prova
  idrostatica, un controllo non distruttivo (CND) secondo EN 10246-1 per la verifica della tenuta idraulica
  e prospetto appendice D1 della UNI EN 10208.1
- La pressione di prova idrostatica deve essere limitata ad un massimo di 207 bar.

LA NORMA UNI EN 10208-2

DESIGNAZIONE DELLA CLASSE (B): rappresenta una classe di “livello qualitativo superiore”che esclude l'impiego di acciai L 210 GA ed L 235 GA e prevede prescrizioni aggiuntive per quanto concerne la “tenacità” ed i “controlli non distruttivi”.
Questa classe si identifica nella UNI EN 10208-2. Come si vedrà più avanti le condotte di 1° e 2° specie (D.M.
24/11/84) rientrano nella classe di prescrizione (B) e la qualità di acciaio più bassa prevista per questa classe è la L245 MB equivalente ad un acciaio Fe 410 o API 5L Gr.B.

TUBI IN ACCIAIO SALDATI – UNI EN 10208-2

Processo di fabbricazione : Saldatura longitudinale (ERW) - SAWda coils a caldo

Norma di fabbricazione : UNI EN 10208-2

Tipo di acciaio : L 245 MB – L 290 MB – L 360 MB – L 415 MB
                              L 450 MB – L 485 MB – L 555 MB

Finitura delle estremità : Lisce/smussate per saldatura di testa

Gamma di fabbricazione : Da DN 25 a DN 300

Spessori di fabbricazione : Standard come da TAB.4CM (altri spessori su commessa)

Rivestimenti esterni: - Bituminosi secondo UNI 5256

                                        - Polietilene applicato per estrusione secondo UNI 9099 /DIN 30670

                                        - Polietilene applicato per fusione secondo UNI 10191

                                       - Nastri in polietilene applicati a freddo in conformità alla norma

                                       - DIN 30672 / UNI EN 12068 (Gennaio 2002)

Rivestimenti interni : - Grezzi lisci

                                       - Resine epossidiche per gas (antifrizione) spessore 50m

Lunghezze di fabbricazione : Normalmente in verghe da 12 Metri (salvo diversa prescrizione all'ordine)

Controllo delle saldature : Per i tubi saldati senza materiale d'apporto (Erw –HFI)
                                                 (appendice D –UNI EN 10208-1) sono previsti controlli non distruttivi (CND) e/o prova idraulica.
                                                
                                                 Per i tubi saldati ad arco sommerso (SAW) sono previsti controlli ad ultrasuoni sull'intera
                                                 lunghezza della saldatura e prova idraulica

Marcature : - Per diametri esterni De < 48,3mm la marcatura può essere riportata su di una
                         etichetta fissata al fascio (cartellino di identificazione) oppure sulle fascette di
                         serraggio utilizzate per legare insieme il fascio.

                      - La marcatura mediante punzonatura (su tubo grezzo) può essere utilizzata
                        a seguito di accordo specifico con la Committente, all'atto dell'ordine, ed
                        effettuata entro 150 mm a partire dalla estremità del tubo ed almeno 25 mm
                       dalla saldatura.

                     - Qualora venga applicato un rivestimento protettivo esterno al tubo, la
                        marcatura sarà riportata su tale rivestimento con l'indicazione del nome del
                        fabbricante, la norma di produzione del tubo e del rivestimento, e il numero di
                        identificazione del lotto di produzione che garantisce la rintracciabilità dal tubo.



PROVA IDRAULICA (Hydrostatic test )

La norma UNI EN 10208-2 al punto 8.2.3.8 prevede l'esecuzione della prova idraulica da effettuare in stabilimento ad una pressione calcolata (metodo A) secondo la formula sotto riportata:

P= 20 x SxTmin/De

Nella quale valgono le seguenti definizioni :

P= Pressione di prova idraulica (bar)
S= Sollecitazione in N/mm2, pari al 95% del carico unitario di snervamento minimo
per il tipo di acciaio prescelto nella fabbricazione del tubo
T= Spessore minimo del tubo (mm)
De= Diametro esterno del tubo (mm)

SINTESI DELLA MODIFICA DEL 16.11.99 AL D.M. DEL 24.11.84 RELATIVO A <>

* Al punto 2.1.1 della modifica alla voce “Tubi” è specificato testualmente che I tubi da impiegare nella costruzione delle
condotte devono essere prodotti e controllati secondo le prescrizioni di cui alla tabella sotto riportata:



* PRESCRIZIONI: Per i tubi in acciaio impiegati per la costruzione delle condotte di 1° specie, dimensionate con
fattore di sicurezza K=1,40 è obbligatorio eseguire la prova d'urto (resilienza) con modalità di cui alla norma UNI
EN 10208-2

* I tubi in acciaio impiegati nella costruzione delle condotte di 1° e 2° specie devono essere prodotti e controllati secondo le prescrizioni di cui alla norma UNI EN 10208-2

* La tensione ammissibile deve corrispondere al valore ó = Rtmin/K
Rtmin = carico unitario al limite di allungamento totale, minimo garantito per il tipo di materiale prescelto (N/mm2)

K = Fattore di sicurezza, da scegliere in relazione alla specie della condotta da posare (vedi tab……)

K = 1,40 purché siano eseguite tutte le prove aggiuntive prescritte al paragrafo (b) del punto 2.4.4 e del punto 2.5.2 del D.M. 24.11.84

K = 1,75 in mancanza di una sola delle prove aggiuntive per le condotte di 2° e 3° specie

K = 3,5 per le condotte di 1° specie




TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE SECONDO D.M. 24.11.84 - CLASSIFICAZIONE CONDOTTE




 
alphapipes-backgorund